San Camillo de Lellis

Dda Wikipedia.
Vaje a: navigazione, truova
Nuvola filesystems trashcan full.png Pe' faore scancellate 'sta rrobba

Please delete / Löschen sie bitte / Cancellate prego / Supprimez s'il vous plaît / Borrade por favor / Пожалуйста, удалите
Mutivo: Traduzione automatica senza scrupolo.

Exquisite-kwrite.png

Chist'articulo nun è stato traduciuto cumpretamente. Si tenite genio, 'o putisseve fà pure vuje. Grazzie assaje! ... Ma nunn'ausate metode tipo Babelfish.

Fuje o' fondatòr dellOrdìn dei Chierìc Regolàr Minìstr degli Infèrm (Camillianì). Into 1746 è statò proclamàt santò ra papà Benedètt XIV e, insieme a san giuann e' Diò, Patròn universàl dei malatì, degli infermièr e degli ospedalì

Agiografià[càgna | càgna surgente]

Camìll nascette ra na' famiglià appartenènt a' peccerella aristocrazià ra' cittadìn abruzzès e' Bucchianicò: a' nascità, e' vennè impòst o' nomè ra' madrè (Camìll Compellì), ca' o' avevà partorìt a quasì 60 annì e' età e ca' mòrì quann Camìll avevà 13 annì; o' padrè, Giovannì, era nu' ufficiàl o' serviziò ra' Spagna.

Giovàn pigrò e rissosò, o' pate decisè e' avviàrl a' carrièr militarè. Ma, into 1570, unulcèr o' piedè o' costrìns ad abbandonàr a' compagnia.

Pèr farsì curarè fu costrètt a recàrs a Romà, nellospedàl e' San Giacòm degli Incurabilì. aropp' a' guarigiòn vennè assùnt comm inserviènt pressò lospedalè, ma lesperiènz fu brevè: ppe a' sua scarsà propensiòn o' lavorò, vennè allontanato.

Intànt o' pate era mortò. Tornò a dedicàrs e' armì, comm soldàt e' venturà, mettendòs a serviziò prima e' Venezià, poi ra' Spagnà. Ma ambress tornò a condùrr na' vità dissoluta.

Inizìò a vagabondàr ppe lItalià, finò a quann nun vennè assùnt dai Cappuccìn ro' convènt e' Manfredonià. È qui ca' inizìò o' suo percòrs versò a' conversiòn (nellà Vallè dellinfèrn tra Manfredonià e San giuann Rotondò): into 1575 decisè e' abbracciàr a' vità religiòs e e' diventàr nu' fratè cappuccìn a Triventò. Ma lantìc piagà o' piedè tornò a darglì problemì: fu accussì costrètt a tornare a Romà ppe curarsì.

A' chiesà ra' Maddalèn a Romà consèrv o' corpò ro' santoRimàs nellospedàl degli Incurabìl ppe ben quàttr annì. Qui matùrò definitivamènt a' sua vocaziòn allassistènz dei malatì e, insieme a' primì cinquè compàgn chè, seguènd o' suo esempiò, si eranò consacràt a' curà degli infermì, decisè e' da' vità a' "compagnià dei Minìstr degli Infermì" e' cui primì statùt vennèr approvàt ra papà Sistò V o' 18 marzò 1586. Camìll si trasfèrì into convènt ra' Maddalèn e inizìò a prestàr serviziò pressò lospedàl e' Santò Spirìt in Sassia.

Intantò, sott' a' guidà spirituàl e' Filìpp Nerì, riprès e' studì e, o' 26 maggiò 1583, fu ordinàt sacerdotè.

'A sua "Compagnià" si distìns subitò e, o' 21 settèmbr 1591, fu riconosciùt comm Ordinè religiòs (Ordìn dei Chierìc Regolàr Minìstr degli Infermì) ra papà Gregoriò XIV rimàst impressionàt dalleroìsm cu cui Camìll e e' suoì compàgn avevàn assistìt e' malatì durànt a' carestià ro' 1590 a Romà . L8 dicèmbr 1591 Camìll e e' suoì primì compàgn emisèr a' Professiòn religiòs e' votì solènn cu nu' quartò votò e' assistènz dei malatì pure cu pericòl ra' vità. Era natò nu' nuovò Ordinè religioso.

LOrdìn si espàns rapidamènt in moltè cìttà italiàn in cui Camìll fondò nuovè comunìtà tuttè o' serviziò dei grandì nosocòm cittadinì. e' primè comunìtà sorsèr a Napolì, Milanò, Genovà, Palermò, Bolognà, Mantova.

Gravemènt malatò, into 1607 lascìò a' direziòn dellOrdìn ma continùò ad assistèr e' malatì finò a' mortè, avvenùt o' 14 lugliò 1614 into convènt ra' Maddalenà, ca' era diventàt sedè ro' suo Ordinè, aro' fu tumulatò: a' reliquià ro' suo core fu traslàt a Bucchianicò.