Leonardo da Vinci

Dda Wikipedia.
Vaje a: navigazione, truova
Autoritratto (1513 circa), Torino, Biblioteca Reale
Leonardo da Vinci, statua into o' piazzale re'e' Uffizi a Firenze
Exquisite-kwrite.png

Chist'articulo nun è stato traduciuto cumpretamente. Si tenite genio, 'o putisseve fà pure vuje. Grazzie assaje! ... Ma nunn'ausate metode tipo Babelfish.

Leonardo da Vinci (Vinci, 15 'e abbrile 1452Amboise, 2 'e maggio 1519) è stato nu pittore, ngegnere e scienziato taliano. Ommo 'e ngegno e talento aneverzale ro'o' Rinascimiento taliano, rapprisentaje 'o spirito 'a ll'ebbreca suja. Chesta fatica 'o purtaje a sperimentà 'e cchiu grande forme d'espressione dint''e cchiù svariate campi 'e ll'arte e ra'a' cunuscenza. Isso è stato nu pittore, disegnatore, scultore, architetto, ngegnere e scenografo, anatomista, alletterato, musecista[1][2][3], pruggettista e mmentore, è cunsiderato uno e' cchiu granne genie e' ll'umanità.

Biografia[càgna | càgna surgente]

Leonardo era o' figlio naturale e' nu nutaio Pierio di Antonio, ch'e o' guardò e dargli n'educazione ottima, pure musicale. Into 1469 entrò inta a' Buttega ro'o' Verrocchio, a Firenze e cu essa prese na' vasta esperienza, cummo pittore e pale r'altare e quadre ngoppa a tavula, e cummo scultore e' opere e marmo e brunzo.

Into o' 1472 era ggià messo inta'a'Cumpagnia e San luca, a corporazione e ' pitture fiorentine, ma a' cullaborazione cu'o'Verrocchio finì solo into o' 1476. Into o' famuso Battesimo e' Cristo (1475-1478,Uffizi,Firenze), attribuito a'o'Verrocchio e a n'ato pittore, magare Sandro Botticelli, se po' nutà a mano e Leonardo int'e' rifacimiente ro'o' paesaggio e l'angelo inginucchiato ngopp'a' sinistra.

Into o' 1478 Leonardo aprì na buttega e ricevette 'mportanti commissiune. E' monaci e San Dunato a Scupeto (vicino a' Firenze) e fecerono ra' o compito 'e ripingere n'Adurazione re'e'Magi (mo' sta inte Uffizi), ch'però ncominciò into o' 1481 e maje finuta. E ll'ate opere e' guaglione e'eonardo song o' ritratto e Ginevra benci, l'Annunciazione, a' Maronna e Benois, a Maronna e garofano e San Girolamo, pure isso maje finuto.

A'Milano[càgna | càgna surgente]

Into o' 1482, Leonardo jette a' e' servizie e' Ludovico o' Moro o' ruca e Milano,aropp'ch'a scritto na'lettera famosa ppe entrà a' soia corte. Prese parte cummo ingegniere e e' campagne militare ro'o' ruca e disegnò tante apparati ppe e' feste e celebraziune. E, aropp'a chisto, fece amicizia cu'o' matemateco Luca Pacioli into o' famoso trattato e' estetica De divina proportione inta a chest'opera è stata fatta esporre a' teuria ra' a sezione aurea. A milano pure fece tante favule ppe e ' criature e nun soltanto.

Se rice, e documentato, che a Milano Leonardo ebbe dei uagglincelli alievi e a' chisti erano destinati e'scritte raccolte into'o' Trattato ra'a'Pittura. Tra ell'opere cchiu importante e famuse into o' soggiorno milanese se ricordano a primma versione ra'a' Maronna re'e' Roccie, a Dama cu ll'ermellino, 'o ritratto ra'a' dama (conosciuto pure sott'o'nomme La bella Ferronièere) e o' ritratto e' musico. Leonardo forse nun cuntento e ciò ch'aveva avviato, tornò a cchiu riprese ngopp e' soie ripinte. Into o' 1495 fino a' o' 1497 fu occupato int'a n'opera e importanza munniale ppa a storia ra'a' pittura. l'Utema cena, affrescata ngoppa a' na parete ro'o' refettorio e'o' conviento e Santa Maria re'e' Grazie a Milano. Però o soie esperimiento ngopp'll'uso e e' tempere grasse ngopp'a ll'opera, già poche anne aropp, sgarrubbò ll'opera, e e' tentative e' restauro song tutte fallite into o' 1726. Grazzie a nu programma e' restauro e' conserazzione fatto ngopp'a' critere scientifiche,into' 1977, parte ra'a' pittura origginale è stata restituita ppe l'asportazzione re'e' ridipinture fatte ppe e' restaure precediente. Song acussì venute intà a' luce e' culure brillante e e' pennelate e' Leonardo e è stato evidenziato l'effetto illusionisteco ppe l'impianto prospetteco ricercato ra'o'pitture.

Into o' soggirono milanese Leonardo eseguì, pure a ll'ate dipinte e disegne, anch'e' scenografie, sturianno a' architettura e prugiette ppe o' tiburio ro'o' Duomo e' Milano. Ludovico o' Moro ll'e fece fare na' gigantesca statua equestre e' brundo raffigurante o' pare e' Francesco Sforza, ma into o' dicembre 1499 e' Sforza furono cacciate a Milano ppe ll'esercito francese e o' bronzo fatto ppe a statua fu uscato ppe fa' e cannune, o moriello e' creta fu pure rutto ra'e' soldate francesi. Leonardo partì primma ppe Mantove e Venezia, aroppo, into o 1500 riturnò a firenze.

O' ritorno a Firenze[càgna | càgna surgente]

Into o' 1502, comm ingeniere militare, Leonardo entrò a servizio ppe Cesare Borgia, ruca e Romagnia e Ummbria. Int'a primmavera ro'o' 1503, tornò a Firenze, e ricevette a commissione ppo' grand affresso pp'a' Battaglia e ' Anghiari pp'o' Salone re'e' cinqueciento into o' Palazzo Vecchio. Ll'opera nun fu maje finnuta, ma Leonardo fece o' cartone, che fu sturiato ra'e' cchiu granne artisti fino a' o '700, quanno fu ristrutto. A nuje è stato rifatto ppe e' copie, e a cchiui famosa e' chella e' Pieter Paul Rubens. O' ripinto doveva essere affiancato a n'affresco e' Michellangelo Buonarroti, a' Battaglia e Cascina, ma nun fu maje finnuto.

Into o' soie secunno periodo fiorenzino Leonardo fece varie ritratte varie comma a' Monna Lisa, conosciuta cu o' nomme e Giconda, ppe o' cognomme ro'o' parito ra'a' femmena ritratta,Franceso Bartolomeo ro'o' Giocondo, che e' o' ripinto cchiu famuso ro'o' munno, mo protetto a' o' Louvre. Leonardo portò cu isso granne interesse speciale ppe chisto ripinto, purtandolo cu isso in tutte e' ll'anne succcessive e e' soie cagnamientè.

Ll'uteme anne ra'a' vita[càgna | càgna surgente]

O' grande artista tornò a Milano into o' 1506, chiamato ra' o' guvernature francese Charles d'Ambroise, e fu numinato pitture e' corte ro'o' re'e' Franza. Lavorò a opere e' ingegneria e risegnò nu monumento equestre che nun fu maje fatto.

Qui a Milano fece Sant'Anna, a Maronna, 'O criaturo e' San Giovannino, ppe chisto aveva già fatto nu' cartone, e a secunda versione ra'a' Vergine re'e'roccie.

Morte[càgna | càgna surgente]

More into o' castiello e Cloux a Ambroise, into o' 1519 aroppa che visse a o' serzizione e o' re Franceso I.

Note[càgna | càgna surgente]

  1. Antonio Falchi, Leonardo musicista, Società editrice Dante Alighieri, 1902. (ISBN non disponibile)
  2. Mariangela Mazzocchi Doglio, Leonardo e gli spettacoli del suo tempo, Electa, 1983. pp.14-20. ISBN 884350956X
  3. (EN) Emanuel Winternitz, Leonardo da Vinci as a Musician, Londra, 1982. ISBN 978-0300026313

Bibliografia[càgna | càgna surgente]

  • Anonimo Gaddiano (o Magliabechiano), edizione di Berlino 1892.
  • H. Wölfflin, Die klassische Kunst, 1899.
  • A. de Beatis, Relazione del viaggio del cardinale Luigi d'Aragona, Freiburg 1905.
  • Luca Beltrami, Documenti e memorie riguardanti la vita e le opere di Leonardo da Vinci in ordine cronologico, Milano 1919.
  • O. Sirén, Léonard de Vinci, Paris 1928.
  • Bibliografia vinciana, Bologna 1931.
  • Lionello Venturi, Leonardo da Vinci e la sua scuola, Novara 1941.
  • Francesco Flora, Storia della Letteratura italiana, II, Milano 1947
  • Charles de Tolnay, Remarques sur la Joconde, in "Revue des Arts", 1951.
  • C. Baroni, Tutta la pittura di Leonardo, Milano 1952.
  • Emilio Cecchi, Considerazioni su Leonardo, in «Lo smeraldo», 1952.
  • Atti del Convegno di studi vinciani. Documenti, analisi e inediti leonardeschi, Firenze 1953.
  • AA. VV., Leonardo da Vinci, Novara 1956.
  • André Chastel, Arte e Umanesimo a Firenze al tempo di Lorenzo il Magnifico, Torino 1964.
  • Raccolta vinciana, Milano 1964.
  • Hippolyte Taine, Voyage en Italie, 2 voll., Parigi 1965.
  • (a cura di), Leonardo, Scritti, Roma 1966.
  • A. Ottino Della Chiesa, L'opera completa di Leonardo pittore, Milano 1967
  • Giulio Carlo Argan, Storia dell'arte italiana, Firenze 1968
  • Alberto Carlo Carpiceci, L'architettura di Leonardo, Firenze 1978 (1984 2ª ed.)
  • Carlo Pedretti, Leonardo architetto, Milano 1978, ISBN 88-435-2519-0
  • G. Bologna, Leonardo a Milano, Novara 1982
  • Bibliografia vinciana 1964-1979, 1982.
  • Marco Carpiceci, Leonardo: la misura e il segno, Roma 1986.
  • C. Vecce, Leonardo da Vinci, Roma 1998
  • Wolfgang Goethe, Viaggio in Italia, Milano 1999.
  • S. Alberti De Mazzeri, Leonardo. L'uomo e il suo tempo, Milano 1999. ISBN 88-18-23921-X
  • S. Bramly, Leonardo da Vinci, Milano 2000.
  • Bruno Santi, Leonardo, in I protagonisti dell'arte italiana, Scala Group, Firenze 2001. ISBN 88-8117-091-4
  • E. Villata, Leonardo, Milano 2005.
  • M. Kemp, Leonardo, Torino 2005.
  • Mark Elling Rosheim, Leonardo's Lost Robots, Springer 2006. ISBN 3-540-28440-0
  • P.C. Marani (a cura di) Leonardo. Dagli studi di proporzioni al Trattato della pittura, catalogo della mostra (Milano 2007-2008), Milano 2007.
  • Milena Magnano, Leonardo, collana I Geni dell'arte, Mondadori Arte, Milano 2007. ISBN 978-88-370-6432-7
  • Carlo Pedretti, Leonardo & io, Mondadori 2008. ISBN 978-88-04-56005-0
  • Marco Horak, "Una versione della Madonna dei fusi nelle raccolte piacentine", in "Piacentinità", anno XI n.2 (2009).
  • Pietro Montorfani, Leonardo poeta. Una provocazione in versi, in "Testo", LX (luglio-dicembre 2010), pp. 7-16.
  • Marco Horak, "Il mistero della Madonna dei fusi", in "Panorama Musei" anno XV n.3 (2010).
  • Carmelo Occhipinti, Leonardo da Vinci e la corte di Francia. Fama, stile, ecfrasi, Roma, Carocci, 2011. ISBN 8843057456

Correnti artistiche[càgna | càgna surgente]

Altro[càgna | càgna surgente]

Omaggi[càgna | càgna surgente]

  • 3000 Leonardo, asteroide d''a fascia princepale addedecato a isso;
  • Da Vinci, cratere lunare addedecato a isso;
  • Da Vinci, cratere marziano addedecato a isso.

Collegamenti esterni[càgna | càgna surgente]

Di carattere generale[càgna | càgna surgente]

approfondimiento[càgna | càgna surgente]