Marònna 'e Coromoto

'A Wikipedia.
Jump to navigation Jump to search
'A stàtua d'a Marònna int'o Santuario a Guarane, Venezuela

"Marònna 'e Coromoto'" è uno d''e nomme cu ca 'a Chiesa cattoleca rivera Maria, madre 'e Giesù seconno 'o accussidditto culto 'e iperdulia, è a Patrona d' 'o Venezuela.

'A storia[càgna | càgna surgente]

Quanno 'a cità 'e Guanare, capitala d' 'o state 'e Portuguesa, fu fundata int'o 1591 ll'indiggeni ca vivevano 'int'a reggione, i Cospes, fujettero verso 'a serva a nord d' 'a cità pe se sarvà d''e conquistadores; accussì fu difficile ll'evangelizzazzione ca 'a Chiésa cattoleca aveva 'ntrapreso.

'A tradizzione colloche 'a prima apparizzione de Maria l'8 'e settembre 1652 int'a foresta dove erano scappate l' indios c'a avisse chiesto al cacicco dei Cospes, l'indio Coromoto (e a sua mogghie), "Jate alla casa de janche e chierite a isse ca ve mittenu l'acqua 'ncopp'a capa ppe' potire ire 'o cielo" cioè di farsi battezzare.

Seconno 'a tradizzione orala, 'o cacicco raccontò 'o tutt'e al suo encomendero, don Juan Sánchez; chiste gle chiese ca s'appreparasse pp' otto jorne con la sua tribù per ricevere la catechesi ed il battesimo.

Vari indiggeni cospes se convertireno e si fecero battezzare, ma non il cacicco che scappò. 'A leggenda colloca a questo punto la seconda apparizzione di Maria: Coromoto, accecato d'â raggia, avess'aizato 'o vrazze ppe' pigliarla, ma issa fusse scumparsa.

'A tradizzione vuole ca l'apparizzione se fosse mmaterializzata into'nu marchie fatte d' 'e fibra di albero ca ogge sta dint'ô santuario nazzionale 'e Nostra Signora 'e Coromoto.

Icona d' 'a Maronna 'e Coromoto

Int'o racconto Coromoto viene mozzecato de na serpe velenoso: tornato a Guanare, ferito e 'ncopp' 'o punto 'e mori, domanda il battesimo che gli viene ammnistrato d'e nu barinese. C' 'o nomme 'e Angelo Custode e guarito d' 'o veleno, Coromoto dedica 'o resto d' 'a vita soia a evangelizzà ll' indiggeni cospes ca sotte comando soio avavano fatt'â ¡uerra 'e conquistadores.

Culto[càgna | càgna surgente]

Papa Pio XII, int'o 1950, dichiarò Nostra Signora del Coromoto patrona d' 'o Venezuela.

Papa Giuvanni Paolo II incoronò 'a stàtua int'a visita sua 'o santuario mariano di Guanare e papa Beneditto XVI elevò 'o santuario nazzionale di Nostra Signora di Coromoto al rango di basilica minore.

Celebbrazione[càgna | càgna surgente]

Se festeggia l' 11 'e settembre.

È patrona d' 'o Venezuela.

Jonte 'a fore[càgna | càgna surgente]