Chiàcchiera:Paggena prencepale/Archivio/2006

'A Wikipedia.
Jump to navigation Jump to search
Archivi d'a chiàcchierà d'a Paggena prencepale
2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012 | 2013

wikinews napolitan[cagna surgente]

http://nap.wikinews.org

--HeKeIsDa 14:44, 26 Jen 2006 (UTC)

Napoletano in Abruzzo... ma siamo fuori???[cagna surgente]

Trovo interessante e simpatica la vostra iniziativa di una Wikipedia in Napoletano, soltanto che non si possono dire cose false. Io sono abruzzese e quando leggo alcune frasi qui scritte semplicemente o non le capisco o faccio fatica a comprenderle. Dunque, non mi sembra che la mia lingua (o dialetto) sia il Napoletano!

Ih ih. Oh, ìe suogn Palemmeta' e sono riuscito a capire bene la Wiki in Napoletano, senza occorrere studiare. Ma non la ho fatta io. Complimenti comunque all'autore della versione nap . Vedi questa lingua è facile da comprendere per chi vive al sud, ma non tanto per chi vive al nord. Essendo meridionale (di Palermo) ho letto e compreso quasi tutto.

Dicono che secondo qualche studioso in Abruzzo si parli napoletano...nella nostra bella, pulita e dignitosa Regione siamo semplicemente allergici ao napuletano!!

Le generalizzazioni peccano sempre di inattendibilità: potresti dimostrare che questa strana patologia affligge tutti gli abitanti della tua bella, pulita e dignitosa regione (con iniziale minuscola, le maiuscole si usano solo quando si tratta delle istituzioni)?

In Abruzzo non si parla napoletano. Ma secondo voi siamo talmente menomati da non conoscere il nome del nostro dialetto? Inutile che vi affrettate a citare studiosi e luminari... Se uno studioso vi dicesse che a Napoli si parla turco, voi quale comportamento adottereste? Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Per favore togliete l'Abruzzo dall'elenco dei luoghi napoletanofoni, altrimenti anzichè avere fatto una enciclopedia avete fatto una carnevalata!!

http://nap.wikipedia.org/w/index.php?title=Discussione:Paggena_prencepale&diff=87886&oldid=87883 Almeno hai avuto il buon senso di modificare il tuo precedente intervento... Bravo, dare giudizi su intere comunità è sintomo di grettezza mentale.


Sarà anche gretto, ma ha semplicemente riferito fatti di cronaca incontestabili, che in Abruzzo, come in tutto il resto dell'Italia Centrale, non sono mai accaduti, ed è giusto sottolinearlo.
Nessuno nega il disagio sociale che affligge la città. Mi riferivo semplicemente al: Per questo il vostro dialetto, molto diverso dal nostro, ci provoca l'Orticaria, con la O maiuscola. Molto gretto, appunto.


In Abruzzo NON si parla napoletano!!![cagna surgente]

Nella mia regione, l'Abruzzo, non si parla assolutamente napoletano!!! Tanto più che il dialetto della provincia di Teramo deriva verso il Marchigiano, mentre l'Aquilano addirittura ricorda il Ciociaro e il Romano. A Chieti NON SI PARLA NAPOLETANO, questo è certo!!!

Nessuno dice che il napoletano sia parlato a Chieti - ci sono alcune città negli Abbruzzi dove si parla il napoletano e quindi la definizione di Rohlfs si basa su quelle. --Sabine 22:11, 5 Giù 2006 (UTC)
Ma non è assolutamente vero che ci sono città dell'Abruzzo dove si parla napoletano (quali sarebbero?)! Non ho niente contro questo dialetto, ma non riportiamo falsità, per favore. Le province dell'Abruzzo sono 4: L'Aquila, Chieti, Teramo e pescara... ti assicuro che non si parla napoletano in nessuna di queste.
Copio dal Bar:
Secondo gli studiosi le lingue parlate in sud-Italia ( e distinte da quelle del centro Italia - romano compreso - e del nord Italia) appartengono a due gruppi, il gruppo meridionale "estremo" comprende il siciliano e le varietà parlate in Salento e Calabria meridionale, mentre il gruppo meridionale restante va dall'Abruzzo (linguisticamente anche la zona di Ascoli Piceno, nelle Marche vi appartiene), include il lazio meridionale (Gaeta, Fondi, Cassino, Formia, Sora, insomma le aree passate al Lazio dal governo fascista negli anni 30 per costituire le province di Latina (allora Littoria) e Frosinone), e poi Campania, Molise, Basilicata, il resto della Puglia (Salento escluso) e Calabria settentrionale e centrale. In queste aree si parlano dialetti strutturalmente legati tra loro, ciò non toglie ci siano a volte differenze che sembrano notevoli (esempio il barese, ma ricordiamo che una evoluzione vocalica simile l'hanno avuta anche il puteolano e il torrese...). Il termine Napoletano va quindi applicato a quest'area e a questo gruppo di varianti (il termine Siciliano al gruppo meridionale "estremo"). Napoletano e Siciliano a loro volta sono correlati tra loro, separandosi quindi dai dialetti centrali e settentrionali.
Del resto vedi il Rohlfs - qui parliamo di linguistica e non di politica e non solo della lingua di Napoli città. Non vado oltre a discutere - torniamo sempre a quello, e per motivi privati non ho tempo di discuterne dettagliatamente. Che poi all'interno della lingua napoletana ci siano variazioni è normale. --Sabine 03:22, 6 Giù 2006 (UTC)


Vorrei far notare che la regione "Abbruzzi" non esiste. Esiste l'Abruzzo, ed in questa regione non si parla il Napoletano. Anch'io vorrei che non si dicessero cose false.

Invito gentilmente a fare una ricerca propria e quindi presentarla presso l'istituto di normazione ISO ed Ethnologue + cortesemente creare un quadro scientifico sulle zone dove non si parla napoletano e che secondo le richerche di Rohlfs ed altri linguisti appartengono alla famiglia linguistica del Napoletano e quindi provare che i linguisti di questo mondo sbagliano. Grazie! --Sabine 00:46, 8 Giù 2006 (UTC)


Questa dovrebbe essere un'enciclopedia, dove quindi la gente dovrebbe trovare informazioni corrette. Mi rendo conto anche io che in Abruzzo (e non "Abbruzzi"!!!) si parla un dialetto di tipo "meridionale", che pertanto ovviamente è più simile al napoletano (la "lingua" napoletana, bah... sì sì lo so, i linguisti...) che al milanese, pur non essendo una regione meridionale, da nessun punto di vista. E' scorrettissimo dire che qui si parla una "variante del napoletano". In Abruzzo si parlano essenzialmente due dialetti, che a loro volta hanno innumerevoli variazioni: quello Abruzzese e quello Aquilano. Nessuno dei due ha molto a che fare col napoletano, né come lessico, né come accento. Se poi questo sito deve essere un trampolino di lancio per strane idee "pan-partenopee", mi dispiace ma non sono d'accordo. "NOI NON SIAMO NAPOLETANI!!!"

Ma chi avrebbe mai detto che siete napoletani? Parliamo di lingua e non di appartenenza ad un popolo. Come detto sopra: l'attuale definizione è quella - stiamo già lavorando per separare il pugliese dal napoletano in quanto è molto differente - ma ci sono determinate cose che contraddistinguono una lingua. Quindi: se vuoi che venga distinto l'abbruzzese dovresti seguire la via di WiktionaryZ e richiedere il codice ISO seguendo le richieste. Certamente non possiamo farlo noi. Se guardi gli articoli: abbiamo almeno tre modi diversi di scrivere qui - ripeto nap fa riferimento unicamente ad una base linguistica - si poteva anche chiamare "lingua meridionale centrale" e avere il codice lmc o chenneso ... a suo tempo è stato scelto nap e la parola napoletano ... be' scusa, ma non l'abbiamo scelto noi. Allora come prima cosa per piacere compila la lista swadesh qui: http://www.wiktionaryz.org/swadesh_list_for_nap (per piacere registrati - così possiamo parlare meglio) - poi, una volta che abbiamo la base iniziamo (veramente dovresti farlo tu insieme ad altri interessati) a raccogliere fonti letterarie/scritti presenti nella tua lingua - dalla canzone, alla poesia, a chenneso ... e poi si vede che cosa manca ancora per poter parlare con l'ISO. Non sto scherzando: lamentarsi soltanto serve a nulla - noi cerchiamo di risolvere, ma possiamo farlo soltanto se siete voi a lavorare con noi. Altrimenti: mi dispiace, non posso fare nulla. Grazie e buona serata!--Sabine 18:55, 19 Giù 2006 (UTC)

Bene, allora dovreste scrivere che si parla una lingua derivata dal Napoletano soltanto in alcune zone dell'Abruzzo, non in tutta la regione. Grazie

Sabbì, mi sapiss dic picchè lu pritilozz m'ha fatt dol a lu spizzell?? Se riesci a capire vuol dire che in Abruzzo si parla dialetto napoletano...ma ho i miei dubbi!!

Sabbì, non rispondi!?! Ma come...parliamo la stessa lingua!!

So probie cuentiente[cagna surgente]

Mi scusi se no scrivo troppo buono u "Napoletano". Sono dall'Larino, e Campubasso, e so ch'a lingua parlate e quasi la stessa. Ma dimmi ce sta na maniere pe scrive sta lengua o steme tutt'e scrive come voleme nui? T'u diche mo ch'u dialetto Larinese n'e uale comm'u Napoletano. Nui dicemo "chiu" e "chiazza" pe "piu" e "piazza". Pozzo veramente scrive qua? E veramente lo stess'a lengua? Scusi ncora se sono nu con' matto ma vui sulo sappè.

E vui puro dice n'ad'a cosa- ne saccio troppo l'Abruzzese ma so ch'u Molisano rassomiglio sai e'u Napoletano e ij capisce quasi tutte cose, ma nui e Molise mettemo chiu sai u suono "sc" o "s impura" e puro diceme "ch" invece de "p". Vui come dicete "persemolo"? Ij dice "ptrlsinnlo". Ve stong e dice tutte sti cose pecché ne manga saccio s'e u Napoletano che stong'e parla o na'd'a lingua o n'u dialette d'u 'Taliano..--Larineso 03:42, 30 set 2006 (UTC)

Bemmenuto! Cierto ca song' 'a stessa lengua. E cierto ca puo' scrivere accà. Nce stanno 'e rreole ppe scrivere 'o nnapulitano e simme facenne nu cumpennio ccà- Wikipedia:Grammateca e nc'è sta 'o wikibook napulitano pure. Pe ttramente, scrive pure. Nc'è 'a ggente ca pô "accuncià" 'e ffateche tuje se nc'è besuogno. Bemmenuto 'e nuovo! PS- je 'o dico "petrusino" ;) -E. abu Filumena 05:25, 30 set 2006 (UTC)


Proposta voce[cagna surgente]

Per la voce scemità intendo proporre questa frase, che era stata cancellata per vigliaccheria:

In Abruzzo siamo diametralmente opposti ai napoletani: non piangiamo, non ci lamentiamo, lavoriamo e se vengono i carabinieri ad arrestare i delinquenti noi aiutiamo le forze dell'ordine, non i delinquenti come spesso succede nel paese do sole. Per questo il vostro dialetto, molto diverso dal nostro, ci provoca l'Orticaria, con la O maiuscola.

e vorrei anche che fosse messa in vetrina!

Al di là degli aspetti più legati alle voci di wikipedia... un mio amico ha giocato come portiere nelle giovanili de L'Aquila ed è stato SEMPRE rispettato dagli abitanti del luogo. Mi recai anche a vedere una partita per la quale il mio amico era stato convocato nella prima squadra (ovviamente non giocò) e non percepii alcun segno di astio o di orticaria nei confronti miei e dei miei amici. Facemmo un tifo indiavolato per L'Aquila (per socializzare, parola che suonerà strana al nostro amico) e alla fine ce ne andammo pure in curva tra gli ultras, dove pure fummo accolti con calore, e vi assicuro che non facemmo niente per nascondere la nostra inflessione dialettale e le nostre origini...anzi! Dove voglio arrivare? Semplice. Gli abruzzesi non sono tutti come l'autore di questa frase. Sono il primo a criticare la mia città (sono di Secondigliano, tra l'altro), ma certe generalizzazioni non le tollero.

Grettezza mentale è dir poco. L'atto di scrivere questa frase è sintomo di impotenza mentale, cioè di incapacità di descrivere il mondo in tutta la sua complessità. Tale incapacità si trasforma nell'impossibilità di comunicare e pensare senza ricorrere a eccessive semplificazioni (bianco/nero). Queste semplificazioni hanno come unico fine quello di evitare il tilt di cervelli non usi al ragionamento. E Wikipedia non è il luogo più adatto a questi cervelli.--Giggino (fatte sentere ccà...) 19:37, 5 set 2006 (UTC)

vi assicuro che non facemmo niente per nascondere la nostra inflessione dialettale e le nostre origini...anzi!

perchè non nascondevi le origini?...dite che la lingua parlata in Abruzzo sia il napoletano... quindi nessuno ha sentito differenze...ti avranno confuso con qualcuno di pratola peligna o di pescara!!

Io non sono intervenuto sulla lingua utilizzata in Abruzzo e per due motivi:

  1. Non ne ho la competenza
  2. Onestamente, non mi interessa la diatriba

Ero intervenuto per ridicolizzare le affermazioni razziste e stupide di cui sopra. Piuttosto, noto la totale assenza di risposta sulle altre questioni e trovo patetico il tuo tentativo di aggrapparti ad una mia frase - utilizzata, peraltro, allo scopo di descrivere il nostro comportamento allo stadio. Appassionato, ma civile. Capisco, però, che per chi è a corto di argomentazioni, l'unico modo per uscire da una discussione che lo vede in difficoltà è criticare la forma, anziché la sostanza. Meno civile trovo l'assenza di una condanna da parte tua della frase in questione. Forse è stata una dimenticanza. Saluti.--Giggino (fatte sentere ccà...) 19:55, 6 set 2006 (UTC)

Giggino, non ha senso fare dibattiti se sono loro i primi a non voler "fare". Il napoletano è da intendersi non solo come la lingua parlata a Napoli (quello che molti hanno tentato di far capire con molto successo come si vede dai commenti e da come "vuole capire" la gente), ma come macrolingua che nel suo insieme è composta da molte variazioni. Storicamente in quelle regioni si scriveva il napoletano - la provenienza del loro dialetto (o lingua?) ha le stesse radici. Ho detto più volte che non dipende da noi quello che è ufficiale e che non possiamo certamente modificarlo senza creare le basi. Da ora in poi mi limito a dire loro: raccogli i documenti necessari per chiedere il codice iso, se non ci sono crei la swadesh list su wiktionary o wiktionaryz, crea le basi per le quali possiamo andare insieme da iso (perché i contatti li ho) per dimostrare che napoletano è da considerare una macrolingua e che in Abruzzo se ne parla un'altra lingua - ma poi l'amor loro per la lingua non è così grande - non vogliono fare e farsi aiutare ad avere le cose che dicono che a loro avviso spetta loro. Per me conta solo chi fa e non chi parla. Mi attengo agli studi linguistici e il dialetto parlato in Abruzzo (sono stata a San Salvo e non avevo alcun problema a capire la gente che parlava in dialetto) è un dialetto napoletano (nel senso linguistico) - questo non ha NULLA a che fare con la politica (perché chi si lamenta nel 99% dei casi è una questione politica e non linguistica), ma unicamente con la storia linguistica di queste zone. È tardi - veramente volevo fare un paio di cose sulla wikipedia invece di iniziare di nuovo a parlare di queste cose. Vabbo' domani è un altro giorno. Grazie per i tuoi preziosi contributi Giggino. Ciao! --Sabine 22:38, 6 set 2006 (UTC)
So che non serve a nulla portare avanti queste cose, tanto è come avere a che fare con un muro, solo che non sopporto che si faccia di tutta la popolazione un solo fascio. Per la tua frase ironica sui contributi :P :), chiedo venia se non ho ancora fatto niente, ma ultimamente ho un sacco di impegni! Però ti assicuro che le frasi che ho scritto su it.wiki cercherò di "tradurle" nella nostra lingua (da codice ISO). Sulla questione, la considero chiusa per non perdere altro tempo inutilmente. A presto, un saluto!--Giggino (fatte sentere ccà...) 23:56, 6 set 2006 (UTC)
Non era ironica semplicemente perché sul serio ogni minima cosa è preziosa - anche una sola parola, una nota qua e la. --Sabine 07:07, 7 set 2006 (UTC)

quindi non vi arrabbierete se qualcuno dovesse postare in abruzzese...tutti a napoli capiranno di sicuro!!

Metti un tag {{variazzione abruzzese}}, altrimenti vedresti il tuo articolo modificato. No, non abbiamo niente in contrario se qualcuno scrive in una delle variazioni che da iso vengono identificati come appatenenti a nap, premesso che lo contraddistingue. In questo modo abbiamo una raccolta per zona che faciliterà il lavoro con gli standard linguistici in futuro e contribuisci a tenere in vita la tua lingua.--Sabine 08:10, 11 set 2006 (UTC)


ma perché????[cagna surgente]

perché wikipedia in Napoletano??? è solo un dialetto...allora solo per l?italia ce ne dovrebbero essere 30 di wikipedie.... non condivido questa iniziativa.

Ho dato una scorsa alle discussioni delle pagine principali degli altri dialetti italiani e non ho trovato contestazioni del genere. Forse mi sono sfuggite... Tuttavia mi rimane un dubbio: perché proprio il dialetto napoletano non dovrebbe avere una sua enciclopedia, se è tra i più ricchi di documentazione nei campi della prosa, poesia, teatro, cinema e canzone?

SOLO UN DIALETTO? Perché quella napoletana non è solo una lingua, ma è una cultura che, come ha detto l'anonimo qui sopra, si esprime ai più alti livelli in tutte le arti. E poi che te ne 'mporta? Nisciuno t'a mise na pistola 'mmocca pe tte dicere 'e vedé 'a wikipedia napulitana!--Giggino (fatte sentere ccà...) 17:06, 4 set 2006 (UTC)


sì è un dialetto!!!!!!! nobile quanto ti pare ma un dialetto! come gli altri in Italia!! siamo l'unica nazione che ha queste mini-wikipedie regionali...noi bisogna sempre farsi notare.. (benchè non abbia nessun pregiudizio contro i Napoletani... è solo una cosa di principio...)

Ma non dire cazzate, La spanha per esempio ha il Catalano (un'enciclopedia piu' grande e molto piu' ricca di questa), il Galego, e tante altre. 62.254.161.106 21:24, 17 set 2006 (UTC)


Non è un dialetto, in quanto ha un codice ISO (quindi internazionale) come LINGUA ISO 639-2 ISO 639-3. Documentati qui:

Ma soprattutto qui:

Quindi, abbiamo assodato che il napoletano NON è un dialetto, ma una LINGUA.

Per la tua frase siamo l'unica nazione che ha queste mini-wikipedie regionali, evidentemente nel nostro paese abbiamo una cultura regionale e g-locale che altri paesi non hanno. E credo che cercare di far sopravvivvere le culture locali nell'ambiente globale per eccellenza (internet) sia un nobile e meritevole intento.

Infine: benchè non abbia nessun pregiudizio contro i Napoletani. Chi l'ha mai detto? hai parlato di tutti i dialetti! :). E poi non c'è bisogno che scrivi napoletani con la N maiuscola. Lo sappiamo che si scrive con la minuscola, non ci saremmo offesi! See you! --Giggino (fatte sentere ccà...) 09:05, 8 set 2006 (UTC)

Mi sa che comunque quelli dell'ISO fumano cose un po strane... Mi piace e conosco la cultura napoletana (sono cresciuto con Totò, i De Filippo e Troisi)..ho imparato un pò di napoletano letterario... Il napoletano, sia pur affine ai dialetti meridionali (ma anche il serbo è affine al bulgaro ed al russo e pressochè identico al croato) non mi sembra assolutamente parlato in tutta la Puglia (solo in piccola parte), in tutto l'Abruzzo (solo forse nei dintorni di Castel di Sangro), in Calabria. Penso che ad Avellino o a Salerno si sentano stretti nella definizione di lingua napoletana. Per favore, aggrapparsi all'ISO per una grandeur partenopea mi sembra grottesco. Adeguatevi alla realtà, non deve essere l'ISO a stabilire quale lingua parliamo, le loro classificazioni sono state evidentemente superficiali e semplicistiche, non hanno tenuto conto delle grandi diversità presenti in Italia.

Uuuuuh, allora siete (come dicono a Roma) de coccio. E' la seconda volta che vengo chiamato in mezzo in questa diatriba, sulla quale non ho alcun interesse ad intervenire. A me non importa dove venga parlato il napoletano. Non mettermi in bocca concetti che non ho espresso, per favore. E' grottesco il tuo far finta di non capire. Ho utilizzato la classificazione ISO semplicemente per specificare che il napoletano non è un dialetto, ma una lingua! Understand? Infatti la sezione nella quale hai scritto si intitola ma perché? ed è riferita alla precedente domanda "perché una wikipedia napoletana?il napoletano è solo un dialetto"! A volte sembra proprio che non abbiate altro di meglio da fare che manipolare le parole altrui (di cui, per fortuna, c'è una traccia scritta e sempre reperibile!) allo scopo di manifestare una volontà di potenza repressa. Visto che sei cresciuto con Troisi, ti consiglio di fare quello che lui consiglia di fare a Robertino in una celebre scena: "Robertì, jesce, va à 'arrubbà! Tuocca 'e femmene!!!" --Giggino (fatte sentere ccà...) 07:33, 11 set 2006 (UTC)

Hebrew[cagna surgente]

Please insert the language "Hebrew" ("He") to the list of languages in the main page.

Gué, penso che l'amico qui abbia ragione. --Giggino (fatte sentere ccà...) 19:17, 5 set 2006 (UTC)
Fatto. -E. abu Filumena 22:44, 5 set 2006 (UTC)

Sta bene!--Giggino (fatte sentere ccà...) 07:41, 6 set 2006 (UTC)

Ciao a tutti, volevo mandare semplicemente un abbraccio a Giggino, sì gruoss' Giggì!! Con affetto e simpatia,,,

Eros

Da uno che si chiama Eros non accetto abbracci. Ma chi sììììììììììììììììììì???--Giggino (fatte sentere ccà...) 08:04, 14 set 2006 (UTC)

Problemi[cagna surgente]

Ciao, credo che questa enciclopedia ha troppi articoli piccoli, penso che l'aumento del numero vada controllato e passara piu' tempo ad aumentare gli articoli che a creare nuovi.Firmato:Un brasiliano. 62.254.161.106 21:28, 17 set 2006 (UTC)

Managgia ... chistu cca sape comme se fa ... mo ci pigliammo paura ... tanno acci''a ccarecà solamente tutte 'e cità d''o munno :-) ca so taaaaaaaaaaaante. --Sabine 21:59, 17 set 2006 (UTC)

Cosa dice Ethnologue a proposito del napoletano[cagna surgente]

A tutti coloro che hanno annesso l'abruzzese al napoletano, riporto testualmente dal sito Ethnologue (che, ridicolmente, gli stessi spesso citano...):

Napoletano-Calabrese A language of Italy

ISO/DIS 639-3: nap Population 7,047,399 (1976). Region Campania and Calabria provinces, southern Italy. Alternate names Neapolitan-Calabrese Dialects Napoletano (Neapolitan, Tirrenic), Northern Calabrese-Lucano (Lucanian, Basilicatan). Limited inherent intelligibility of Standard Italian. Neapolitan and Calabrese are reported to be very different from each other. Southern Calabrian is reported to be a dialect of Sicilian. Classification Indo-European, Italic, Romance, Italo-Western, Italo-Dalmatian Language use Vigorous. Speakers also use Italian. Language development Bible portions: 1861–1862.

Dunque vogliamo correggere o no la pagina principale? L'abruzzese è un dialetto italiano, non napoletano!!!

Sabine, dato che sei così attenta alle citazioni... Puoi rispondere a questo? Mi sembra che Ethnologue sia un'istituzione seria, o no? O sarà che ti interessano soltanto le citazioni che appoggiano le vostre tesi pan-partenopee?


Ancora sulla questione dell'abruzzese[cagna surgente]

Secondo me l'errore che fanno in molti è di confondere le affinità di accento con quelle di lessico. Non c'è dubbio che le parlate abruzzesi hanno un accento in prevalenza meridionale. D'altrocanto l'Abruzzo ha fatto parte del Regno di Napoli per molti anni. Io sono pescarese e non posso negare che il mio dialetto ha un'inflessione che magari un milanese potrebbe confondere col napoletano, anche se ritengo che le parlate abruzzesi adriatiche in realtà sono molto più vicine, come accento, al pugliese che al napoletano. Ma sorvoliamo questo dettaglio... Il vero banco di prova per decidere se a Pescara e a Napoli parliamo sostanzialmente la stessa lingua è il lessico, ossia le parole! Io sono assolutamente convinto che il nostro lessico è molto differente, e invito tutti gli abruzzesi che si trovano a passare di qua di indicare alcune parole in abruzzese per confrontarle con le omologhe napoletane. La cartina che segue descrive, secondo me, un quadro decisamente più rispondente alla realtà di quanto si sostiene in questa Wikipedia [[1]]

Ma: qual'è la base linguistica per questa cartina, cioè su quale ricerca si basa? Dialetti e lingue sono presentati in un bel fritto misto. Non che l'hai creato tu? Nessuna pagina di wikipedia è collegata a quella cartina - e a dire il vero mi sembra strano che una persona molto attiva nel settore dell'aeronautica lo crea e poi non lo collega all'articolo Dialetti italiani su it.wikipedia. Vorrei presentarti una cartina della RAI - che è meno dettagliato della cartina di Rohlfs (purtroppo quella è ancora sotto copyright e quindi per vederla dovresti comprare il libro). Nella cartina di fritto misto p.e. viene fatta la distinzione tra le regioni meridionali, ma le variazioni al Nord d'Italia non sono considerate - informati um po' meglio sul Lombardo e Piemontese p.e. e vedrai che i casini che nascono sono molto simili. Per quanto riguarda la Swadesh list che hai compilato: ti rispondero appena ho tempo - cioè sotto l'altra nota di "guardiamo la realtà in faccia". Ti ringrazio già da ora per averci dato stesso tu le conferme di quanto sostenuto da Rohlfs - sul serio: Grazie!!! --Sabine 14:38, 24 set 2006 (UTC)
La cartina proviene da questo post nella Wikipedia italiana: [[2]]. P.S. scusa non ho capito il discorso che fai sull'aeronautica :-)
La prossima volta giuro che mi prendo più tempo - ho dimenticato una cosa: la cartina della rai da indicazioni "regionali" e non linguistiche - quindi: suddividere il modo di parlare secondo le regioni è un conto - suddividerlo secondo i studi linguistici è un'altro - e proprio da lì derivano tanti problemi - qui ci basiamo sulle lingue (tra i quali gli studi di Rohlfs sono quelli più (ri)conosciuti) e non sulla regionalità. --Sabine 15:40, 24 set 2006 (UTC)
Stai cercando di convincermi che la mia lingua è il napoletano perché lo dice un professore tedesco di Tubinga? Ma dai su...

A Pescara si parla un dialetto meridionale, ma sicuramente non il napoletano. Primo esempio: nap. GUAGLIONE pesc. BARDASCIH.

Vogliamo andare avanti con gli esempi?
nap. scolapasta
pesc. passamaccarun
nap.'mmericina
pesc. miticin
nap. 'ncoppa
pesc. sussopr
nap. cuorp
pesc. pirsunal
nap. sciort
pesc. furtun
nap. nsciorescenza
pesc. ciarrocch.

Vogliamo andare avanti? Dite al luminare di TUBINGA di smetterla di parlare di dialetti italiani, sta perdento tempo inutilmente e, gli autori di questa wikipedia, stanno facendo, probabilmente in buona fede, della sana disinformazione. IL NAPOLETANO E' PARLATO SOLO A NAPOLI!!!

Sulla stupidità delle classificazioni linguistiche: guardiamo la realtà!![cagna surgente]

Dunque, come leggo da queste parti, il napoletano sarebbe una sorta di soprannome per indicare una fantomatica lingua che si chiama Italiano Meridionale Intermedio. Ora, dato che esiste, secondo gli stessi "esperti", anche l'Italiano Mediano, allora perché non facciamo anche una Wikipedia in romanesco? Naturalmente, questa Wikipedia includerebbe l'Umbria e le Marche. Ve lo immaginate? Dire ad uno di Ancona che lui parla romanesco? O peggio, dirlo ad uno di Città di Castello. Vi ride in faccia, se non peggio.

Le classificazioni ISO sono state fatte da qualche americano o da qualche tedesco ignaro della complessa realtà italiana. In Italia esiste un grande guazzabuglio di dialetti, che cambiano da contrada a contrada. Quindi, cari amici napoletani, su questi presupposti fumosi avete fatto un calderone nel quale avete messo mezza Italia.
So che vi piace la grandeur napoletana, ma a Teramo non si parla la stessa lingua di Reggio Calabria, la quale non è la stessa che si parla alle pendici del Vesuvio!


Su come questo sito viene gestito[cagna surgente]

Invito tutti gli amici dell'Italia Centrale e Meridionale che non ci stanno a farsi definire il proprio dialetto come una variante del napoletano, a prendere in considerazione la scelta di non frequentare più questa Wikipedia. Come evidenziato in questa pagina (il cui contenuto spero non sarà manomesso), abbiamo cercato di spiegare in vari maniere le nostre ragioni, ma ci siamo dovuti scontrare contro un muro di gomma. Inoltre si può vedere nelle pagine di discussione personali di alcuni di loro che siamo stati apostrofati in maniera piuttosto irrispettosa e offensiva. Hanno anche deciso di ignorarci, credendo così di rimuovere il problema che invece, evidentemente, esiste ancora. Così facendo, allontanano per sempre chi sta scrivendo, ma anche molti dei miei amici e degli amici dei miei amici... Se solo fossero stati meno provinciali e più obiettivi avrebbero attratto molte simpatie e, perché no, questa sarebbe potuta diventare davvero la :dell'Italia meridionale continentale e raccogliere le molte varianti dialettali di cui questa terra è ricca. Invece, insistendo col loro assurdo e antipatico "annessionismo linguistico", volendo assimilare tutto con la lingua parlata a Napoli, ho come il sentore che gli admin hanno destinato questa Wikipedia, e lo dico con sincero dispiacere, a non superare mai i confini della regione attorno a questa città. Cari admin, avete perso una grande occasione! Un consiglio: almeno mettete una foto del Pollino, o della splendida costa sorrentina in prima pagina... non esiste solo Napoli. Vi rendete conto, da questo piccolo particolare, di quanto siete provinciali?? Lo spero per voi... P.S. Non mi sono iscritto perché non mi interessava iscrivermi ad una Wikipedia che, secondo me, è sorta su presupposti sbagliati; se aveste cambiato il suo scopo, nel senso che ho espresso in vari modi, vi garantisco che sarei diventato un suo assiduo frequentatore e forse anche contributore. Mò' attaccatevi :-)

Nuova wikipedia in emiliano[cagna surgente]

Aggiungete la nuova edizione emiliana di Wikipedia eml:

We will add the complete set of new wikipedias asap. --Sabine 18:10, 3 ott 2006 (UTC)

NAPOLETANO IN CALABRIA?? CAMBIATE ALIMENTAZIONE PREGO[cagna surgente]

Ma voi dovete smetterla di mangiare i puparuoli la notte!! In Calabria non parliamo il napoletano, vorrei sapere come e quando lo avete sognato. Voi direte...è simile.. ma allora anche in Spagna si parla napoletano. L'arroganza annessionistica di questa wikipedia è davvero irritante.

Languages not politics + original research[cagna surgente]

Like we already expected people are going to react in a political way to a purely linguistical question. Btw. I am writing this in English because we have readers who understand Neapolitan and no Italian and we have readers who don't understand any of these two. Since it could be also a theme of international relevance for a conference: I am passing over to English, a lingua franca of our times.
What people still do not want to appreciate is that wikipedias are not about politics but about language. Wikipedia cannot do original research. What people who do politics here request is original research. It is not up to wikipedia to determine what belongs to Neapolitan or what not, it is linguistic science to determin this. One of the mayor linguistic researches on Neapolitan and its variations which is also the reknown one on international level is by Rohlfs.
By telling us what is Neapolitan to their very personal opinion we cannot do anything. They cannot even do research by themselves and tell us - that is not what Wikipedia is about. If they do such a research it must be published and reknown on an international level and only then Wikipedia may accept such a definition we refer to as not being original research.
By stating that certain varieties of Neapolitan (linguistically speaking) are dialects of Italian we (not as Wikipedia editors, but as people who deal with languages every day) can understand that they do not appreciate what they are talking about considering how languages in Italy developed.
Anyway our offer, if they have a scientific proof that they do not belong to the Neapolitan group of languages, to help them to get their own ISO language code provided they have the prerequisites requested by ISO still stands.
This paragraph will be posted again and again since, please bear with me, we do not want to go down to any political discussions - I repeat: we are about languages and not politics. --Sabine 18:32, 3 ott 2006 (UTC)

This wiki is clearly biased in favor of assuming that the Neapolitan dialect is spoken in most of Southern Italy and even in the Central Italy. Recently, this discussion page has been archived, maybe in order to hid the uneasiest parts? I invite the reader to read such archived parts in order to understand what the admins of this wiki had to hidden. The reader will discover that the assumption about the Neapolitan as being spoken in most of Southern (and part of Central) Italy is not accepted universally. Many native speakers from central italian regions such as Abruzzo have argued that their language is far from deriving from Neapolitan. Some specific questions that went directly into demonstrating the weakness of the thesis maintained by the admin of this wiki have been simply ignored. In all Wikipedia's, except maybe just this one, when there is a dispute over some questions, the administrators, complying to the official policy, take care to show this fact clearly. In this Wikipedia, this long running dispute has simply been ignored (and recently hidden). Now, I want to list some sources that show that the language spoken in Abruzzo is not derived from Neapolitan:
  • In this English Wikipedia entry [3], about the Languages of Italy, Abruzzese (the language spoken in Abruzzo) is clearly distinguished from Neapolitan;
  • In the Ethnologue entry [4] that describes the Neapolitan language it is clearly stated that it is spoken in Campania and Calabria provinces, southern Italy. Abruzzo is not mentioned.
  • In the Ethologue entry that describes the languages in Italy [5], again Abruzzese is distinguished from Neapolitan.
  • In the English Wikipedia entry about Italian Dialects [6], Abruzzese is defined as a central italian dialect, again, clearly distinguished from Neapolitan
  • In the Italian Wikipedia entry about Italian Language [7], Abruzzese is clearly distinguished from Neapolitan (that in the entry is even called "campano", from the name of the region around Naples :-)
Now, so many other citations of the same tenor could be provided, but I really think these are enough. If challenged, I will provide tens of them. But, apart from other citations, I can just say that, as an inhabitant of Abruzzo, when I listen to the strict Neapolitan dialect I barely understand a thing. Is that enough?
For the reasons described above, I invite the Wikipedia authorities to sanction this wiki for being biased, politically incorrect and for not allowing different opinions.
You forgot to mention that the people complaining are those who deliberately modified, for example, en.wikipedia and de.wikipedia deleting the mention of Abruzzo. It is obvious that it was them, because of the identical IP addresses at the same login time. Who is going to take decisions is aware of this behaviour. --87.16.153.198 19:25, 13 ott 2006 (UTC)
None of the citations above have been changed. Prove the contrary.

Usage of "crestiane" to mean population[cagna surgente]

I feel very offended by the usage in this wiki of the word "crestiane" (that means Christians) to mean "population".

Why?

I am happy to see that a robot is changing the word "crestiane" into "e abitante".

And had been for long before you voiced your opposition.-E. abu Filumena 23:51, 13 ott 2006 (UTC)
Nevertheless there are still many entries where the word "crestiane" is used instead of "e abitante".

Napoletano, abruzzese, e "crestiane" to mean population[cagna surgente]

Veramente è difficile capire questa necessità, direi campanilistica, di distinguersi dal "napoletano", non perché ci debba essere per forza un predominio di Napoli (come città o area regionale) sul resto del sud continentale, sarebbe tra l'altro una pretesa senza senso, ma perché il termine napoletano è qui usato in un senso piú ampio, che è poi quello storico e che è valso per quasi un millennio, cioè con napoletano si intende tutto il sud. Questo è l'uso storico, quando il sud era uno stato indipendente e veniva chiamato regno di Napoli (o delle Due Sicilie, diviso in una parte napoletana ed un'altra siciliana). Pensate al Messico ed ai messicani, non sono certo tutti di Città del Messico. Del resto i linguisti riconoscono una notevole unità strutturale al napoletano (o ai dialetti meridionali se volete) e raggruppano tutte le varietà dall'abruzzese (escluso alcune parti dell'Abruzzo dove si parla una varietà dei dialetti centro-italiani) fino alle varietà parlate nel nord della Puglia e nel nord della Calabria (nel Salento e nella Calabria centro-meridionale le varietà sono assimilabili piuttosto al siciliano). Questo è un dato di fatto. Poi, certo, si può andare a cercare le peculiarità di ogni varietà, le singolo idiosincrasie, è ovvio ci siano delle differenze. Il nostro scopo però era mettere in evidenza le similitudini, di unire non di dividere. Come già detto, è difficile capire questa volontà di differenziarsi a tutti i costi, io credo sia parte della ormai centenaria disinformazione che viene propagata per disunire quello che una volta era un Paese unito e con una sua forte identità. Detto questo, ognuno è libero di fare e credere ciò che vuole. Questo sito vuole "unire" tutti coloro che hanno una visione piú ampia e meno provincialistica del nostro sud. Non c'è nessuna preminenza del Napoletano della città di Napoli, se non il fatto che è la varietà scritta piú usata, oggi come nel passato, però tutti gli apporti sono i benvenuti, la volontà è cercare le cose in comune, non il "pelo" che ci divide. In quanto alle varie citazione su wikipedia circa la diversità dell'abruzzese e del napoletano (di Napoli), certo se si vuole si trovano differenze, che queste poi siano tali da mettere l'abruzzese in un suo gruppo a parte, è molto opinabile, e mi pare nessun linguista l'abbia poi fatto (non mi risulta l'esistenza di un abruzzese, al di fuori del gruppo dei dialetti meridionali). In quanto a foto della costiera o del Pollino, mandatele, mettetele, io vivo in Basilicata da 15 anni (Regione linguisticamente molto interessante, tra l'altro). A last note, do not be offended by the use of "crestiane" to mean people, it is a traditional usage in southern Italy to refer to people as "cristiane", I personally do not like it much, but I do not think anybody should be offended by a traditional usage (provided the usage does not discriminate or has derogative meaning, of course). Learn to respect traditions, even though you may not use, or like them, if those traditions do not harm anybody. Thanks. Carmine Colacino

Non ho parle... ho fatto una semplice ricerca del suo nome su Google, e nella sua firma cos'è che trovo [8]? Ecco (da non crederci!!):
Contributed by Carmine Colacino ( Movimento per l'Autonomia delle Due Sicilie nell'Unione Europea)
Non sarà mica lei? Smentisca per favore. No, perché se così fosse, se è lei colui che si firma così, allora è proprio vero che questo sito ha delle mire pan-partenopee... altro che i discorsini buonisti che mi viene a fare in questo suo intervento. Approfitto per informarla che un tale movimento in Abruzzo sarebbe accolto con molto scherno e derisione.
Beh, anche a Napoli, se per questo... ;-) Certo però che anche il nome di questa associazione [9] è alquanto comico!
Sono d'accordo. Basta notare i banner pubblicitari per vedere che il sito è di Napoli. Della serie: se la suonano e se la cantano...
Eheheh! Probabilmente i membri di quest'associazione abruzzese, nostalgici del Regno delle Due Sicilie, rimpiangono il centralismo dell'antica capitale e si affidano pertanto a siti partenopei...
Terribile prospettiva... meglio Roma ;-)
Facendo una ricerca anche sulla firma di quell'articolo, Lei avrebbe notato come essa compaia in numerosi siti relativi all'Abruzzo e al Regno delle Due Sicilie. Dunque, sito di Napoli o no, il pensiero neoborbonico (purtroppo) alligna anche nella Sua regione.
Anche Tirana sarebbe meglio!!
Sarebbe più opportuno se, seguendo l'esempio di altri corregionali, alcuni utenti abruzzesi si limitassero ad esporre le proprie argomentazioni linguistiche, senza inquinarle con la loro avversione per i napoletani.
Nessuno ha avversione per i napoletani. Prime conosco una persona poi la giudico. Certo, se contiunuate a farci sentire napoletani per forza....non vi attirate le simpatie di nessuno.
This is wikipedia and not a political party ... look at the contributions of Carmine and you will find that he only cares about quality assurance not having time to do much more. I repeat: we are already in contact with ISO - things take their time and sometimes I would prefer that ISO had given a number code to languages and defined them as groups instead of this kind of abbreviations that seem to indicate much more restricted areas than they are - see also the Wikipedia for Emiliano-Romagnolo. We will have the same stupid discussions there. Another one of that kind of problems will arise on the Bavarian wikipedia. It simply does not make sense - the codes and their definition were not choosen by wikipedia and I repeat: we cannot do any original research on this. Your article about Abruzzo did not have a tag that it was in your language - so it got adapted ... maybe you should create some sort of template that indicates "this page is written in Abbruzzese" - if you don't know how to do it we can explain you how to do so. For now: I only can repeat all languages/variations of what belongs to the nap code is welcome here - we can even create various mainpages provided that someone will care about them because I myself cannot do that. --Sabine 07:52, 7 ott 2006 (UTC)
First of all you, Sabine, have no right to mark this as a stupid discussion. As an admin you should have a more balanced approach to dispute resolution and try to take a neutral point of view. Anyway, who talks of politcs here? This discussion is not about politics! Don't try to change the cards in the table... The problem is about language. Simply, there is some of us Abruzzese that are convinced that our language is not a direct derivation from Neapolitan. Of course, Neapolitan has had a lot of influences over it, because of the long time of sovereignity over the region. But, before the Regno delle Due Sicilie, in Abruzzo there were already many populations with their own language (Sabini, Sabelli, Marrucini, Vestini, Piceni, etc.). So the many Abruzzese dialects may even sound like Neapolitan, but in fact, if you look at the words, they're quite different than in Naples. In other words, it's like we said (on a different scale) that, since the Austro-Ungaric Empire dominated in Dalmatia, this implies that the Dalmatian (Croat) language derives from German. Of course, this is a silly conclusion!! On the same line, it's not because Naples dominated the Abruzzo region in the past, enough to say that the language over here derives from (or is a variant of) Neapolitan. I hope you see my point.
I would like to come back to what I have asked several weeks ago: to simply change the statement in the welcome page in order to attenuate it a little. My suggestion is that you say that: Neapolitan is a language spoken in Neapolitan area but has had several influences over many other languages in the south Italy. I would subscribe such an assertion. And so doing we'll take this dispute to an end.
I am not going to answer on this anymore like I said time ago - this time it is definitive ... there are other projects that need my time as well and moreover: I have to work and maintain my family and furthermore I also want to spend some time with my kids. It makes more sense to work with the official international organisations to sort things out instead of discuss the for now not negotiable. Like I said for any other language included in the nap code: search for literature in your language and get it out, create contents, start to work on how to proof your language exists - if you want to get a proper language code and not a dialect code - the work done for your language will be needed anyway to have it survive (you complied the swadesh list using a phonetic way of writing and that is a first step to proof that we are dealing with a dialect and more information will be needed to get at least this step - you will get that information when we got it since actually it seems as if things are on a hold). With talking and arguing you don't get anywhere. See, as admin I am not employed by the wikimedia foundation so I am not ought to do anything here if I don't have time to do it and we are doing a lot in the background that deals with language codes - this time is not seen publicly ... or did you see that two days ago I was working until 4 in the morning to get through all my stuff to do??? If you don't appreciate this you don't know what Open Source and Open Content means. We are doing our job as good as we can - so please do your job as well and do not only pretend from others to care about your language. - And yes: I am upset, because you are not willing to understand and see the obvious. Understand one thing: Neapolitan for me is not my mother tongue ... I happen to be one of the "foreigners" here and I do care only about objective things - as for NPOV I cannot accept to follow your feelings like I cannot accept the feelings of people in Naples telling me: what do these have to do with us, why are they included in the nap language code (yes, these people are there as well). I am following what can be followed and not just change here and there how it might seem wanted by whoever - Wikipedia may not do original research ... And now I am not going to do my daily stuff on the wikipedia as planned and I am not going to prepare the E-Mails that are needed to sort out some language problem so what you are asking for will take at least on day longer - thanks for taking MY time. --Sabine 21:14, 7 ott 2006 (UTC)

Punto di vista neutrale[cagna surgente]

La fatidica frase di benvenuto, fonte di ogni discussione, e che qualcuno di voi un po' più serio farebbe bene a levarla di mezzo, contiene un'altra menzogna:

È na nciclopedìa lìbbera addó tuttuquante ponno scrivere e addó ognuno pò mettere parole nove e addó nce stanno già nfino a mò N artìcule 'e qualonca argumento e cu nu punt' 'e vista neutrale.

Non si può affermare a priori che una Wikipedia contiene solo articoli che hanno un punto di vista neutrale!! A parte che non è vero (si veda quest'esempio: Lengua_napulitana), ma è un'affermazione di un assolutismo volgare. Mi viene una battuta... ma chi vi ha dato la patente di Wikipediani? Vi consiglio di andare a studiare alcune Wikipedie più serie... ne avete davvero bisogno!!!!

Nessuno risponde? Che fanno gli amministratori di questo sito?

APT NAPOLI[cagna surgente]

Davvero bello questo sito e lo dico senza ironia. Non fornisce certo informazioni valide su argomenti di carattere scientifico (quasi solo stub), ma da delle utilissime informazioni sulla vita, sulla cultura, sulle attività turistiche della città di Napoli. Si possono trovare delle entusiasmanti informazioni sul presepe o sulla storia della canzone FUNICULI' FUNICULA'. Certo, come enciclopedia è venuta fuori un guazzabuglio, ma come sito dell' AZIENDA DI PROMOZIONE TURISTICA DI NAPOLI è davvero ottimo. Mi permetto di darvi un consiglio. METTETE ALMENO GLI ORARI DELLA FUNICOLARE E DEGLI ALISCAFI VERSO LE ISOLE. Almeno questo sito potrebbe essere utile a qualcuno. Anche qualche consiglio su come mantenere l'integrità fisica e patrimoniale potrebbe essere davvero gradito al turista. Grazie e buon lavoro.

Logging in ...[cagna surgente]

Well, not logging in shows how much you really consider this question - it seems you only want to talk, but not do, otherwise instead of making all this fuzz you would take up the challenge, tell us who you are and how to co-operate. So that's the last word on this ... provocations by trolls are not seen as a positive way of doing things by WMF. --Sabine 22:09, 7 ott 2006 (UTC)

THE FRUIT[cagna surgente]

Sabine, u are at the fruit!!!

 Non sai + a cosa attaccarti???

Hai scritto una baracca di stupidagini su questa pagliacciopedia ed adesso non sai cosa rispondere. Siete alla frutta!!

criticare è facile[cagna surgente]

Cari signori, ma cos'è tutta questa veemenza? Non vi piace la wikipedia napoletana? e non ci venite, fatevi una wikipedia abruzzese, chi ve lo impedisce? Il vostro è un punto di vista, piú o meno rispettabile (in principio, ma che non rispecchia la situazione linguistica reale), altri sono liberi di pensarla diversamente, tanti abruzzesi non rinnegano le loro origini, né la loro storia. Il sud (Abruzzo incluso, che vi piaccia o no) ha una storia unitaria che risale al periodo preromano. Non siete d'accordo? Ok, va benissimo. Avete dati che invece dimostrano il contrario? benissimo, wikipedia è libera, forniteli. Tutto il resto, scusatemi, ma sono vane e vuote parole, e lo dico senza offesa. In quanto all'autonomia del sud, mi scuserete, ma anch'io ho diritto alle mie opinioni. Opinioni che non discuteremo qui solo perché estranee agli scopi di questa wikipedia, ma che sono dispostissimo a discutere in altra sede, ovviamente. Queste opinioni non hanno, ovviamente, rilevanza dal punto di vista linguistico, quindi mi pare strano che vengano indicate qui, a dimostrazione di che cosa? Mica vorrete discriminare qualcuno perché ha idee differenti dalle vostre? E poi prego notare che sia Sabine che io ci firmiamo con nome e cognome. Trovo veramente poco civili, inoltre, battute (anonime) di tipo razzista, come confronti con Tirana (che avete da dire su Tirana? Ci siete stati? Ne sapete qualcosa oltre i soliti luoghi comuni delle persone ignoranti?). E' poco serio voler dare "lezioni" basate sull'anonimato e su facili battute. Portate dei dati seri e sarete presi sul serio. Se veramente l'abruzzese non fa parte dell'area linguistica meridionale (quindi napoletana) fornitene le prove, i dati, indicate le pubblicazioni che lo attestano, e senz'altro si preciserà che il napoletano non comprende però (stranamente, secondo me) l'abruzzese, secondo il tale e tale studioso, che problema c'è?. Per il momento i dati linguistici che noi conosciamo indicano una unità linguistica delle aree che vanno dall'Abruzzo (con esclusione di alcune aree dell'Abruzzo orientale che appartengono al gruppo linguistico marchigiano-romano) e Lazio meridionale fino alla Calabria settentrionale e alla Puglia (Salento escluso). Sono dati linguistici, non politici, o ideologici. Quindi risparmiateci i commenti razzisti da quattro soldi e piuttosto beceri su Tirana, sul fatto se sia meglio Roma o Napoli. Sono commenti del tutto estranei alle finalità del sito e quindi impropri (e tra l'altro veramente di cattivo gusto, dopotutto nessuno ha fatto commenti irrispettosi verso l'Abruzzo nelle pagine di questo sito). In quanto ai contenuti, datevi da fare, vottate 'e mmane, come si dice a Napoli (e in altre parti del sud, vi piaccia o no), scrivete qualche articolo sull'Abruzzo, contribuite attivamente. Mi sembrate quelle vecchie signore "assettate" (traduzione per gli abruzzesi senza memoria storica: sedute) senza far niente pronte però sempre a criticare. Se c'è piú materiale su Napoli e sulla Campania, forse, la colpa non è dei napoletani o comunque di coloro che collaborano fattivamente al sito. Ultima nota, checché ne pensiate, l'Abruzzo è una delle regioni piú attive (anche in senso neoborbonico) e dove gli abitanti sono tra i piú "svegli" e pronti a riconoscere le loro origini e la loro storia, non per niente l'Abruzzo, con la Basilicata, fu una delle regioni dove piú attiva fu la resistenza antipiemontese. Non tornerò piú sull'argomento in questa sede, né comunque risponderò a messaggi non firmati, scusate, ma abbiamo cose piú interessanti da fare. Stateve bbuono. Carmine Colacino.

Razzista sarai tu. Io a Tirana ci sono stato ed è organizzata meglio di Napoli. Se ho detto che preferisco Tirana è solo perchè la ritengo una città bella ed a misura d'uomo. Hai considerato becero il commento perchè lo hai preso con malignità pregiudiziale. Poi ripassati un pò di geografia, l'Abruzzo è Italia centrale, Pescara è a nord di Roma e la punta nord dell'Abruzzo corrisponde alla latitudine di Piombino, in Toscana.
Senza offesa, giacché presenta una carenza nell'uso di apostrofi e accenti, Lei dovrebbe ripassare un po' di grammatica italiana...

Ha ragione. Allora, senza offesa, mi permetto di farle notare che l'uso promiscuo di italiano e dialetto è dissonante dai canoni linguistici. L'uso del dialetto napoletano non rende le frasi più dotte.

Sono d'accordo con Lei: non a caso faccio uso solo della lingua italiana. Perché (non perchè, senza offesa) muove proprio a me quest'appunto?

ESEMPIO[cagna surgente]

Campionate munniale 'e pallone songo 'a cchiú granne manifestazione do sport, doppo a ll'Olimpiade estive. Nascettero pe iniziativa 'e Jules Rimet, e so' state jucate pe 'a primma vota a ll'Uruguay ô 1930, 'a tanno ll'edizione songo jute annanze ogne quatt'anne, cu na sola eccezione, ll'interruzione pa seconna 'uerra munniale ca facette zumpà ll'edizione do 1942 e do 1946.

Questa è la versione napoletana

Li cambiunit mundijil di lu pallon he la manifesctazzion di lu sport cchiù gross chi ci scta, dop l'Ulimbiad chi ssi fa ha la sctaggion. Ghann nit pi na pinzat di Jules Rimet, e si jucozzhr la prima vodd n'Uruguaih, a lu 1930. Da ghallor s'hann fitt na vodd ogn quattr'inn, trann lu quarandaddu' e lu quarandasijh, quand ci sctozzh la siconda 'uerra mundijale.

Questa è la versione abruzzese (sud della provincia di Teramo).


Controllate le differenze. Per esempio i modi di coniugare il passato. (so' state jucate-jucozzhr). I vocaboli. Gli articoli. E poi la forma espressiva che sarebbe per noi semplicemete impossibile tradurre dal napoletano.

Wikipedia è un progetto popolare, che nasce dal basso. Dovete ascoltare gli utenti che vi spiegano in tutti i modi una cosa molto banale e semplice, sulla quale non ci vogliono gli studiosi. Ma sapremo quale lingua parliamo? O me lo deve dire il famoso luminare di Tubinga? Voi chiedete di fare studi approfonditi. Ma ci vuole in PhD in lingue per sapere quale lingua parliamo? Poi, cari amici, gli esempi ve li abbiamo portati, ethnologue in testa. Noi non facciamo politica, vogliamo soltanto ristabilire una verità della quale siamo custodi e padroni e sulla quale non permettiamo a nessuno di obiettare, ne agli autori di questo sito e ne ai luminari abituati alle regioni linguistiche omogenee della Spagna. La politica la fa il signore neoborbonico che parla di grande sud, di nostalgie antipiemontesi e di resistenza agli invasori. Anche io, qualche volta, ho nostalgia dell'imperatore Teodosio, ma il mio pudore mi permette di sorridere delle mie fantasie e di ammirare il personaggio storico. Ma qualcuno, purtroppo, non ha il mio stesso pudore e sogna, nel 2006 d.C., di far tornare i bei tempi in cui gli antiborbonici abruzzesi (in quasi tutte le città ed i paesi d'Abruzzo esiste una piazza o una via dedicata ai martiri pennesi) morivano e languivano nella prigione pescarese del re tanto amato dal signor Carminiello. Prigione che era ed è tuttora chiamata "bagno borbonico". C'arvuticheme, Fabbih D'Amic.

Sono assolutamente d'accordo con lei. Prendo da un paragrafo precedente alcuni riferimenti ad articoli che sostengono tesi diverse da quelle così tenacemente difese in questa Wikipedia.
  • In this English Wikipedia entry [10], about the Languages of Italy, Abruzzese (the language spoken in Abruzzo) is clearly distinguished from Neapolitan;
  • In the Ethnologue entry [11] that describes the Neapolitan language it is clearly stated that it is spoken in Campania and Calabria provinces, southern Italy. Abruzzo is not mentioned.
  • In the Ethologue entry that describes the languages in Italy [12], again Abruzzese is distinguished from Neapolitan.
  • In the English Wikipedia entry about Italian Dialects [13], Abruzzese is defined as a central italian dialect, again, clearly distinguished from Neapolitan
  • In the Italian Wikipedia entry about Italian Language [14], Abruzzese is clearly distinguished from Neapolitan (that in the entry is even called "campano", from the name of the region around Naples :-)
  • In the Italian Wikipedia entry about Dialect [15], the Abruzzese dialect is clearly distinguished from Neapolitan
  • In the Italian Wikipedia entry about Romance Languages [16], Abruzzese and Campano are distinguished
Aggiungo un punto interessante:
Neapolitan has had a lot of influences over it (Abruzzese), because of the long time of sovereignity over the region. But, before the Regno delle Due Sicilie, in Abruzzo there were already many populations with their own language (Sabini, Sabelli, Marrucini, Vestini, Piceni, Marsi, Peligni, Frentani, etc.). So the many Abruzzese dialects may even sound like Neapolitan, but in fact, if you look at the words, they're quite different than in Naples. In other words, it's like we said (on a different scale) that, since the Austro-Ungaric Empire dominated in Dalmatia, this implies that the Dalmatian (Croat) language derives from German. Of course, this is a silly conclusion!! On the same line, it's not because Naples dominated the Abruzzo region in the past, enough to say that the language over here derives from (or is a variant of) Neapolitan.
Per maggiori informazioni sulle Lingue Italiche si guardi quest'articolo della Wikipedia italiana [17].
Credo che Carmine e Sabine, che hanno più volte chiesto i fatti, farebbero bene a rispondere sui fatti, dato che questi gli sono stati forniti più volte.
Carminiello e soprattutto Sabine chiedono i fatti, li ottengono e, invece di rispondere, piagnucolano e saltano di palo in frasca, parlando di POLITICA, di accenti, di apostrofi e di commenti anonimi. Abbiamo scritto mille volte le frasi in abruzzese e nessuno di loro le ha mai tradotte, perchè incomprensibili, perchè appartenenti ad un'altra lingua, non napoletana. Ci separa l'appennino, siamo sulle sponde dell'Adriatico, parliamo una lingua diversa, non rimpiangiamo il periodo borbonico, fatto di vessazioni e di angherie commesse ai danni della popolazione da parte dei funzionari governativi e della soldataglia. Abbiamo un passato borbonico ma non lo abbiamo ne scelto ne amato. E' nel nostro passato ma non nella nostra storia.

Secondo Ethnologue (vedi Ethnologue) l'abruzzese è un dialetto italiano, non napoletano.

NPOV issue[cagna surgente]

The welcome phrase of this Wikipedia (see following) is under controversy since long time because of the lack of consent about the region where the Neapolitan language is actually spoken.

Salutammo. Chest' è 'a Wikipedia d' 'a lengua napulitana. 'A lengua ca se parla, cu 'e vvariante soje 'int' ô sudd d' 'a penisola taliana, 'a ll'Abruzze e 'o sud d' 'o Lazio, nfin' â Calavria e â Puglia. È na nciclopedìa lìbbera addó tuttuquante ponno scrivere e addó ognuno pò mettere parole nove e addó nce stanno già nfino a mò 12.240 artìcule 'e qualonca argumento e cu nu punt' 'e vista neutrale. Simmo partute ô 25 'e settembre d' 'o 2005. Liggite 'a Guida essenziale o facite 'e prove dint' â Pàggena 'e prova; si vulite scuprì tutte 'e particulare faciteve nu giro dint' â Porta d' 'a cumunetà. Grazzie assaje a tuttuquante!

For this reason I think it should be marked as NPOV in order to comply to Wikipedia standards.

I agree. NPOV

Cosa dice Il Mattino di Napoli a proposito della frase tanto disputata[cagna surgente]

In quest'articolo [18] di un giornale, Il Mattino, che non può essere sospettato di anti-napoletanità, si dice quanto segue:

Ma è difficile non sollevare dubbi su un sito in lingua napoletana amministrato da una tedesca che afferma di aver imparato il dialetto a Tramonti. I problemi non mancano, infatti. Non solo per le imprecisioni grafiche, ma anche per l’uso dei vocaboli. E non poteva essere altrimenti, considerata l’idea di napoletano che i partenowikipediani sbandierano in prima pagina: «’A lengua ca se parla, cu ’e vvariante soje ’int’ ô sudd d’ ’a penisola taliana, ’a ll'Abruzze e ’o sud d’ ’o Lazio, nfin’ â Calavria e â Puglia". Un’idea borbonica, più che da net-generation.

Cari admins, vedete che non sono soltanto gli abruzzesi ma anche i vostri concittadini più saggi a capire che in quella frase c'è una madornale bufala?

[19] questo è quello che il tizio che voleva fare il suo scoop ha avuto a disposizione per scrivere il suo articolo + vedi articolo sulla Repubblica - quindi come ovunque: esistono giornalisti e giornalisti.


Commento finale (per me)[cagna surgente]

Continuano i commenti anonimi (che per me valgono zero). In ogni caso, un commento sulla frase in abruzzese lo vorrei fare, mi sembra abbia tutti i caratteri dei dialetti meridionali: il passaggio della p a b dopo la m per esempio, la differenza è solo grafica e non di pronuncia, si è scelta un'ortografia "fonetica" il piú differente possibile da quella del napoletano scritto, cosí però evidenziandone ancora di piú le chiare caratteristiche "meridionali", per esempio, la s pronunciata con sc(i) davanti a t è effettivamente una caratteristica dell'abruzzese (nel resto delle varietà meridionali viene pronunciata s, è vero, resta in comune la pronuncia di s come sc(i) avanti a p, o b, però), gli articoli lu li etc. sono comuni al napoletano piú antico e a altre varietà dei dialetti meridionali, le altre variazioni rientrano nell'ambito di variabilità dei dialetti meridionali. Cosa ci sia di "unico" nell'abruzzese tanto da dover essere considerato distinto dal napoletano o dalle altre varietà parlate al sud, si deve ancora spiegare. Certo si possono enfatizzare le differenze, dopotutto fate come vi pare. Resta il fatto che l'abruzzese è catalogato tra i dialetti dell'Italia meridionale (e quindi la "madornale bufala" sembrerebbe piuttosto essere quella che vuole distinguere l'abruzzese ad ogni costo dal napoletano). Gli esempi della wikipedia inglese lasciano il tempo che trovano, non basta dire "chiaramente differente" bisogna spiegare perché. In quanto alla situazione pre-romana, mi pare si prenda una topica, molti dei popoli citati sono Osci, lo stesso popolo di quasi tutto il resto dell'Italia meridionale (che parlavano tutti l'osco o sue varietà, a dimostrazione di una unità e continuità etnico-linguistica di tutto il sud continentale - con le solite eccezioni di Calabria meridionale e parte della Puglia - che era presente già in epoca pre-romana). L'abruzzese e il resto dei dialetti meridionali deriva dal latino parlato nel sud d'Italia, lí risiede l'origine della similitudine non nel "dominio" napoletano. L'esempio dell'Impero Austro-Ungarico è del tutto sballato, il croato è lingua di gruppo linguistico differente dal tedesco, non condividono quindi una origine comune (se non nell'indo-europeo) e tra l'altro il croato sicuramente ha subito l'influenza tedesca, piú del serbo (ma questo non ha indotto nessun linguista a considerarlo una variante del tedesco). Insomma una serie di "fesserie" o, piú educatamente, di "notizie senza fondamento" sparate a casaccio, se preferite). Forse prima di parlare sarebbe bene informarsi, è un consiglio. I commenti poi "sul sito di lingua napoletana amministrato da una tedesca" sono veramente di cattivo gusto, dopotutto lei si è occupata di mettere su il sito e dovremmo esserle tutti grati. Del resto lei non si è inventata il napoletano ed utilizza come riferimento diversi "testi" come la grammatica di Iandolo, vari dizionari (D'Ascoli, etc.). Certo è piú facile far niente e criticare, questo lo si è capito bene. Credo che queste discussioni campanilistiche da quattro soldi non facciano onore né al sud né ai meridionali. Credo che il vero problema risieda nel fatto che la lingua rappresentata da varietà diverse, ma collegate, si sia chiamata "napoletano", piuttosto che da considerazioni linguistiche, il che denota il principale difetto di molti di noi meridionali, il provincialismo esasperato e ignorante. Se ci sono vocaboli errati, le imprecisioni, etc., correggeteli, indicate i corretti. E' facile dire che qualcosa è sbagliato, ma è anche inutile se non si indica la versione che si ritiene corretta. Fatevi la vostra wikipedia abruzzese comunque, poi verremeo noi a criticare (ma firmandoci). In quanto a "neoborbonismo e net-generation", mi pare si parli a vanvera, ancora una volta e non ritorno sul tema, che non c'entra niente con la discussione linguistica. Mi scuso per non aver rispettato la mia determinazione precedente, ma il testo abruzzese era troppo facilmente commentabile e non ho resistito. Da ora in poi però risponderò, se mi va, solo a messaggi firmati. Chi non ha il coraggio di firmarsi non ha il coraggio delle proprie opinioni, secondo me. Stateve bbuono. Carmine Colacino

L'Abruzzo è Italia Centrale, Fabbih D'Amich.

[cagna surgente]

P.S. Comunque non ho niente contro il differenziare l'abruzzese dal resto delle varietà meridionali, come sempre in questi casi, la decisione è politica non linguistica. Cosí come è per esempio il caso delle lingue scandinave, molto simili tra loro, che sono però considerate "lingue" differenti e non varietà di una stessa lingua (e non è il solo caso, si distinguono Serbo e Croato, Moldavo e Romeno, etc.). Quindi non c'è problema se cosí volessero veramente gli abruzzesi. Il problema non è però linguistico, lo ripeto per essere chiari (l'abruzzese è chiaramente parte del gruppo napoletano o "meridionale", non si scappa da questo), ma politico. E' ovvio che l'opinione che conta è quella dei parlanti l'abruzzese, ma non certo quella di due o tre anonimi, però. Io, personalmente, sono pronto a rispettare una decisione ufficiale che definisca "politicamente" l'abruzzese come lingua distinta dal napoletano. Restano le affinità, ma si rispetta la decisione dei parlanti quella lingua. Certo è da verificare l'utilità di una suddivisione del napoletano in tante lingue diverse con pochi parlanti piuttosto che l'unione in una lingua con molti parlanti. I siciliani hanno scelto la via unitaria, la piú intelligente secondo me, non si è obbligati né a seguire la stessa via, né ad essere intelligenti... In quanto all'abruzzese dialetto dell'italiano, l'ethnologue ha delle sue idiosincrasie, è noto. La parte del'abruzzo che parla un dialetto del gruppo centro italiano certamente rientra nel gruppo Toscano-Umbro-Marchigiano, dire che è un dialetto dell'italiano però è piuttosto strano, dal momento che l'italiano standard nasce come varietà fiorentina con apporti successivi da parte delle altre parlate italiane, è chiaro che ethnologue considera "italiano" le parlate centro italiane (che da noi vengono considerate "dialetti"), e quindi comprende anche alcune zone dell'Abruzzo (ma non tutto l'Abruzzo, diversamente si tratta di un errore).


Risposta a Carmine[cagna surgente]

Mi fa piacere che i toni siano un po' più pacati e, dato che per lei, Carmine, è così importante, comincerò a firmarmi col mio nome di battesimo, cioè Dino. Io sono l'autore di alcuni degli articoli precedenti (non tutti però). Dunque, cercherò di rispondere in parte al suo post.

Continuano i commenti anonimi (che per me valgono zero).

Lasciamo perdere... ci sarebbe da obiettare, ma faccio... come non letto.

In ogni caso, un commento sulla frase in abruzzese lo vorrei fare, mi sembra abbia tutti i caratteri dei dialetti meridionali: il passaggio della p a b dopo la m per esempio, la differenza è solo grafica e non di pronuncia, si è scelta un'ortografia "fonetica" il piú differente possibile da quella del napoletano scritto, cosí però evidenziandone ancora di piú le chiare caratteristiche "meridionali"

Ho sempre ammesso e sostenuto che i dialetti abruzzesi hanno diverse affinità, per quanto concerne gli accenti (ossia la "forma"), col napoletano. D'altraparte secoli di dominazione non saranno passati senza lasciar alcun segno sulle parlate locali. Una cosa che dicevo in un altro post: ho potuto personalmente constatare che nelle città abruzzesi dove ci sono state caserme del Regno si parla con un accento più marcatamente napoletano che altrove. Altra cosa sono i lemmi. Sono i lemmi a differenziarsi tra abruzzese e napoletano, a dimostrare che le affinità sono più formali che sostanziali. Le scrivo alcuni esempi di parole abruzzesi (tra Pescara e Teramo) e si renderà conto lei stesso delle differenze/affinità col napoletano e con altre lingue come italiano, francese e spagnolo:

Abbirrutà (arrotolare), acciaccat (stropicciato), acciacillat (indumento stretto), arbur (rombo del mare, da burano), bandon (dispregiativo per donna di dubbie qualità), barraccul (razza), bbuatt (tipo di pesce, non scatola), bobb (abbondanza di pesce), caccion (cane), caiol (gabbia), callar (pentola per bollire), canniluzz (cannolicchi), capann (vigneto), capezz (corda), capilomm (capocollo), caracò (lumachine di mare), carracin (fichi secchi), cascign (tarassaco), cazzett (calzini, convulsioni), cchialin (razza piccola), ciff e ciaff (piatto piccante di maiale), cuscindr (così), cerqua (quercia), chibbanor (che diamine!), chicocc (zucca), chicombr (tortarello), chiupp (pigna), ciaccacol (gazza), ciaciell (informe), ciammaric (chiocciola), cianghett (sgambetto o pesce platessa), ciarrapic (brina), cignal (cinghiale), cijon (tromba marina), cingiar (robivecchi), cirici (ciliege), citl (bambino), citron (anguria), ciucculett (telline), ciuuetta (civetta o fare la spia), ciumminir (camino), ciurr (tentacolo), crillarecc (scoppiettìo), crisomml (albicocca), crull (rotolo di stoffa), cruvell (passino per grano), cuaiat (denso), cucal (gabbiano), cunij (coniglio), cuppin (schiaffo o mestolo), dapù (dopo), ddi brull (per scherzo), ficur (fichi), fillaccian (fichi neri), fircin (forchetta), fiumminand (fiammifero), fratt (rovo), fuji (verdura), gallinacc (tacchino), hgarbin (libeccio), hgattucc (verdesca), granar (scopa di ceppi), hgrandinh (mais), jennr (genero), jumend (bovina), laccie (sedano), lebbr (lepre), leccamush (schiaffo), len' (legna da ardere), livand (nebbia), mandil (tovaglia da tavola), mandimà (stamane), mariatton (gatto), marrocc (spiga di mais), mazzmarill (fantasmi), mbieth (bieta), mbuss (bagnato), melh chitugn (mele cotogne), milangul (cetriolo), minach'n (albicocca vile), miricul (more), miscischj (alga), mmittell (imbuto), mujell (muggine), mulignan (melanzane), nannò (nonna), ndruppicà (inciampare), ngascià (neve quando attecchisce), ngirat (prima stagionatura), ninguend (nevicata), ninguicch (fiocchi di neve), paccut (spesso), panarh (cesto), pandàfich (strega), papalina (pesce riso), paparazz (vongole), papon (insetto), parninz (grembiule), passamaccarun (scolapasta), patrasonn' (padre sommo), pettl (massa stesa), piandon (albero adulto di olivo), picurà (guardare), pinnilàt (interiora ovino-caprina), pipindon (peperone), pirol (bastone per semine), pirticar' (aratro), pirtiseln (prezzemolo), pisciatur (vaso da notte), pisctell (mortaio), pissilijir (l'altroieri), pitarol (rete da pesca), piticàt (impronta, pedata), piticòn (grosso pedale d'albero), pizzinett (pentola per soffritto), pizzut (aguzzo), pritilozz (sedile di legno), prubbtamend (proprio), pulgiaeno (vitigno arcaico Montepulciano D'A), puph (imbambolato), purtuall (arancio), racl (ramarro), ragnol (tracina), ramba-lupin (erba per foraggio), rannl' (grandine), rascih (patina), riciettl (lucertola), riggiol (mattone di ceramica), ruscicòn (tirchio), saggicc' (salsiccie), salipch (mazzancolla), sbannimend (svendita), sbirrutà (srotolare), scardozz (rachide della spiga di mais), scaricarell (trappola per uccelli), sciasciò (nonno), sciorvh (sorba), sciuscell (carruba), scrippell (frittelle), sctaiell (tavoletta), sctinnimass (mattarello), sctrangajun (convulsioni), sctuppell (stoppino), scurchij (buccia), ses' (mammella), sgarzitt (mazzancolle piccole), sgrizz (schizzo), siggij (sedia), sillecchij (silique), sparon (tovagliolo), spiziial (farmacista), sschjand (racemo d'uva), sschjif (pentola da forno), tardacin (strumento musicale fatto da un guscio di noce), tatà (papà), tecchji (grande ceppo), tijell (pentola), tiratur (cassetto), tirribbuccj (uomo basso e grassoccio), tirtor' (bastone), toll' (infiorescenze dell'aglio), tragne (secchio), trappit' (frantoio), trismarin (rosmarino), tritticà (scuotere), trocc (mangiatoia), vaccil (bacinella), vangaton' (schiaffo), vascinicol (basilico), vattacicirchji (attrezzo per trebbiatura), veng (vimini), videll (budello), vidillegn (residuo di uovo), vilocc (chioccia), vitrij (vetro), voccapert (persona poco intelligente), vott (botte), vrachett (chiusura dei pantaloni), vriscil (stomaco), vrogna (prugna), vuandir (vassoio), zazzaion (pretendente amoroso), zipredd (attrezzo per riscaldare il letto), zocch' (acino), zziv'r (sughero).

resta in comune la pronuncia di s come sc(i) avanti a p, o b

Non è così, perlomeno per l'abruzzese adriatico, noi usiamo la "sc" solo davanti alla t.


Cosa ci sia di "unico" nell'abruzzese tanto da dover essere considerato distinto dal napoletano o dalle altre varietà parlate al sud, si deve ancora spiegare.

Le parole. E comunque, l'Abruzzo è al centro, non al sud.

Credo che il vero problema risieda nel fatto che la lingua rappresentata da varietà diverse, ma collegate, si sia chiamata "napoletano"

Sono d'accordo con lei. Chiamiate questa Wikipedia la Wikipedia delle lingue centro-meridoniali continentali, aggiungete, come hanno fatto nella Wikipedia emiliana, un "tab" per ogni variazione locale (napoletano, abruzzese adriatico, molisano, ecc.) e vedrete che avrete fatto un passo avanti decisivo. L'importante è che rimuoviate la centralità del napoletano.
L'alternativa possibile è che restiate una Wikipedia parteno-centrica. In tal caso, io non ci sto che si continui a dire che il Napoletano si parla in Abruzzo.

E' ovvio che l'opinione che conta è quella dei parlanti l'abruzzese, ma non certo quella di due o tre anonimi, però.

Si, ho avuto anch'io l'impressione che il partito "abruzzese" su questa Wikipedia sia composto da poche persone ma è altresì vero che non ho visto orde di wikipediani partenopei a controbatterci. Insomma, nei thread che si sono sviluppati negli ultimi mesi, ho visto poche persone da entrambi gli schieramenti. Dunque, non ne farei una questione di numeri...

Fatevi la vostra wikipedia abruzzese comunque, poi verremeo noi a criticare (ma firmandoci).

Se questa situazione non si sblocca faremo come dice lei. In quanto alle critiche, sarebbero ben accette, firmate e non.

- Dino -

PERSONE SERIE[cagna surgente]

Dino ha fatto degli appunti giusti a delle argomentazioni serie. Qualcuno sa rispondere in maniera risolutiva senza accampare pretesti capziosi?? Grazie, Fabbih D'Amich.

p.s. la censura [20] su wikipedia è una cosa fuori dal mondo. [21]

Ha creato i template per il solo motivo di vandalizzare.-E. abu Filumena 06:36, 17 ott 2006 (UTC)
Postare un'accusa POV è vandalismo??

Risposta[cagna surgente]

Rispondo dal momento che almeno una persona si è firmata (D'Amich), resto perplesso che invece ci sia chi porta tante interessanti argomentazioni, ma ancora rifiuta di firmarsi (il nome non basta, mi dispiace). In ogni caso, nessuno ha mai detto che non ci sono differenze, nonostante ciò, non per me, ma per i linguisti, l'abruzzese resta parte del gruppo di dialetti meridionali. Non sta a me o a "Dino" decidere diversamente, dal punto linguistico, ovviamente. L'idea di mettere dei "tab" per le diverse varietà mi sembra ottima, ovviamente se poi c'è qualcuno che si occupa di mettere dei contenuti. Trovo poi veramente peculiare questa storia della "dominazione" napoletana sull'Abruzzo, una terra affine sia storicamente che linguisticamente (le similitudini, ripeto, sono dovute all'origine comune, cioè dal latino parlato in sud Italia, non da "conquiste"). In quanto alla distinzione tra Centro e Sud, scusatemi ma è pretestuosa, la realtà è che l'Abruzzo ha storia comune con il Sud d'Italia, la distinzione "statistica, (perché dell'ISTAT) come regione centrale non cambia la realtà. Del resto anche la parte meridionale della provincia di Ascoli Piceno ha un dialetto del gruppo meridionale, anche se si trova nelle Marche. Ovviamente ci sono ragioni storiche per non includere quell'area nel napoletano (mentre per l'Abruzzo è esattamente il contrario). Ricordo poi che questa "antipatia" per il termine "napoletano" è recente, dopotutto l'Abruzzo faceva parte delle "province napoletane" sia prima che dopo l'unità (tra l'altro buona parte dell'Abruzzo venne poi trasferito al Lazio durante il fascismo). E' ovvio che napoletano non significa delle città di Napoli, in questo contesto. Era la nazionalità di chi abitava nel sud (compreso Abruzzo e Molise, ora considerati centro, da alcuni) continentale. Comunque come detto, la discussione penso si sia esaurita, ma contrariamente a quello che dice Dino, i numeri contano. Nessuna volontà "inclusiva" ad ogni costo però (del resto non si sono incluse aree del sud continentale dove le affinità linguistiche sono piuttosto con il siciliano, appunto perché c'era una reale base linguistica per affermarlo). Io credo che sia più produttivo seguire la linea dei siciliani (dove anche esistono notevoli differenze), nell'ambito del codice ISO NAP c'è spazio per tutti. Onestamente penso non siano produttive suddivisioni di aree linguistiche omogenee (dal punto di vista storico e linguistico), enfatizzerei le similitudini e le cose in comune, certo nel rispetto delle differenze. Però come già detto, alla fine, sono i parlanti di una determinata varietà che decideranno il loro destino. Per il momento però consiglierei di sviluppare l'abruzzese nell'ambito esistente di NAP, e poi magari pensare ad una scissione (che sconsiglierei, ma rispetterei). E' necessario creare un corpus di materiali prima, direi, e l'occasione e lo spazio ci sono. Però veramente cambierei tono, perché i messaggi iniziali, scusate, ma erano veramente beceri, senza offesa. Quell'elenco di parole abruzzesi, Dino, potrebbero già essere la base per un tab abruzzese, non sarebbe meglio collaborare rispettando le differenze (ma anche riconoscendo quello che abbiamo in comune)? Questo però richiede da parte di tutti un cambio di tono,e mi sembra questi ultimi messaggi siano sulla buona direzione. Saluti. Carmine Colacino P.S. Però non posso fare a meno di notare che diverse delle parole abruzzesi sono identiche al napoletano, ma scritte con una fonetica italianizzante, crisommola si dice anche in napoletano, così come riggiola, e si pronunciano allo stesso modo, e tante altre, la differenza è che il napoletano ha una tradizione scritta, mentre l'ortografia che Dino usa risente dell'influenza dell'italiano, dove alcuni suoni non hanno equivalente grafico e vengono quindi del tutto omessi [mi riferisco al suono dello schwa, o "e muta", però è anche da aggiungere che in alcune aree dell'Abruzzo, e anche della Basilicata, questa schwa viene effettivamente quasi del tutto non pronunciata], quindi le differenze sono più apparenti che reali. Ma di questo possiamo discutere successivamente. Come già detto i linguisti hanno già determinato le affinità tra napoletano e abruzzese, non sta a noi ridiscuterle ;-)

Domanda a Sabine[cagna surgente]

Sabbì, mi sapiss dic picchè lu pritilozz m'ha fatt dol a lu spizzell?? Se riesci a capire vuol dire che in Abruzzo si parla dialetto napoletano...ma ho i miei dubbi!!

Ha già chiesto questo qualche tempo fa, no? Io non sono Sabine, neanche di madrelingua napoletano, ma io capisco tutta questa frase meno la parola "pritilozz", che sarebbe una somiglianza di %92,4 (se includiamo "Sabbì" sarebbe di %92,9 ;) ). Quindi...- E. abu Filumena 19:23, 21 ott 2006 (UTC)

Senza studiare aver mai studiato lo spagnolo capisco il telegiornale di TVE al 95%. Ti aiuto, lu pritilozz (articolo lu) è un sedile rustico ricavato da una sezione trasversale di tronco d'albero...Fabbih D'Amich.

Allora, Lei è bravo- la somiglianza fra spagnolo e italiano è %82. E. abu Filumena 06:35, 29 ott 2006 (UTC)